Le opzioni su Futures E-mini e Micro E-mini del CME, la cui scadenza sia settimanale o a fine mese, quando questa non coincida con una scadenza trimestrale, sono regolate con consegna del sottostante, non per contante come invece succede per le opzioni FTSE MIB di Borsa Italiana o le opzioni Dax e Eurostoxx del mercato EUREX.

 

Cosa vuol dire e cosa implica questa caratteristica se si opera su questi contratti?

Se porta a scadenza una posizione aperta in opzioni su indici del CME con scadenza   settimanale o a fine mese (ad eccezione per quelle che scadono lo stesso giorno della scadenza trimestrale del future sottostante) nel caso questa posizione sia “in the money” (ITM), il venerdì alle 23:00, che è il momento in cui il CME esegue il regolamento finale, il Mercato le consegnerebbe un contratto Future, short (nel caso di PUT) o long (nel caso di CALL).

 

Qual è il rischio per iBroker (e per Lei)?

Immaginiamo che Lei compri opzioni pagando un premio, e non abbia più saldo nel conto in quanto lo ha utilizzato per comprare queste opzioni (put o call). Come già sa il rischio nel caso di acquisto di un’opzione, per definizione, non è altro che il premio che ha pagato per l’acquisto della stessa.

Tuttavia, se la sua opzione arrivasse a scadenza e fosse ITM, il mercato le consegnerebbe un Future (long o short), il quale, il venerdì alle 23:00, non sarebbe negoziabile essendo chiuso il mercato.

Il future long o short consegnato su cui avrebbe una posizione potrebbe aprire il lunedì mattina con un gap di prezzo rispetto a quello di consegna (strike dell’opzione scaduta ITM). Questo rischio, salvo che lei abbia saldo disponibile sul suo conto per poter far fronte ai margini di garanzia che le richiediamo per poter aprire e mantenere una posizione su Futures, non può essere assunto da iBroker, onde per cui agiremmo in questo modo: 

Qualsiasi opzione su indici CME che il venerdì giorno di scadenza del contratto si trovi ITM (in the money) verrà considerato da iBroker come un contratto Future che richiede margine di garanzia overnight. Una volta valorizzata in questo modo la posizione del cliente, se il conto del cliente non avesse saldo sufficiente per poter far fronte ai margini di garanzia richiesti, iBroker avrà il diritto, e non l’obbligo, di chiudere l’opzione ITM prima che arrivi a scadenza, per evitare che avvenga la consegna di un contratto Future per il quale il cliente non ha saldo sufficiente.